Scheda Prodotto

Informazioni, utilizzi, documentazione

FCC - C13

Correttivo pH dei Terreni

Disponibilità:

Documentazione:

Legenda:

I nostri prodotti FCC e C13 derivano da rocce calcaree naturali costituite principalmente da carbonato di calcio (CaCO3); i due prodotti hanno differente granulometria e vengono impiegati come correttivi calcarei in ambito agricolo, in quanto sono in grado di apportare calcio al suolo e alle colture e di regolare il pH del terreno.

I prodotti sono conformi a quanto riportato nel D.Lgs. 75/2010, Allegato 3, Correttivi. FCC e C13 sono iscritti al REGISTRO DEI FERTILIZZANTI, istituito presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, secondo la denominazione di CORRETTIVI CALCAREI (All. 13 IT All. 3.2.1.1) con i seguenti codici:
• FCC: 0029530/20
• C13: 0029529/20

Si intende per correttivo quel fertilizzante che modifica il pH del terreno portandolo verso la neutralità. FCC e C13 apportano Carbonato Totale e Carbonato Attivo necessari per migliorare le caratteristiche fisico-chimiche del terreno e la sua fertilità. FCC e C13 hanno un contenuto di calcio e magnesio, espressi come ossidi, pari a CaO 43,7% e MgO 1,5%, quindi costituiscono fonti di calcio e magnesio per il terreno e le colture.

Il calcio esplica una duplice azione:
1. come elemento fertilizzante è indispensabile per lo sviluppo dei vegetali (costituente essenziale delle pareti cellulari, ne favorisce la resistenza meccanica; limita gli eccessi di acidità nella pianta).
2. come elemento in grado di correggere i terreni eccessivamente acidi

Il magnesio contribuisce, invece, alla fotosintesi delle piante stimolando la formazione di clorofilla.

I due prodotti hanno granulometrie e proprietà diverse:
• FCC, con granulometria inferiore a 75 micron, è a rapido assorbimento
• C13A, con granulometria compresa tra 1 e 3 mm, è caratterizzato da un lento assorbimento 

Vantaggi nell’utilizzo di FCC e C13
• Regolano il pH del terreno;
• Apportano calcio e magnesio;
• Il trattamento dei terreni argillosi e la conseguente calcinazione, ha un effetto positivo in quanto migliora la struttura, la lavorabilità e la circolazione d’aria e d’acqua del suolo;
• Favoriscono il corretto sviluppo dei frutti (consistenza colorazione e caratteristiche organolettiche) e la loro attitudine alla frigoconservazione;
• Possono essere distribuiti da soli o miscelati ad altri fertilizzanti utilizzando il comune spandi concime.
• Sono consentiti in agricoltura biologica
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito fa uso di cookie anche di terze parti.