Scheda Prodotto

Informazioni, utilizzi, documentazione

EMICEM MC5®
LIC 3,0 - UNI 10892-1

Legante idraulico da costruzione a prestazioni migliorate

Utilizzi:

Applicazione:

Disponibilità:

Documentazione:

Legenda:

EMICEM MC5 è un legante idraulico da costruzione, conforme alla norma UNI 10892-1. Il prodotto è adatto alla produzione in cantiere, in miscela con sabbie di idonea granulometria, di malte da muratura e da into­ naco per interni ed esterni. Le malte confezionate con il prodotto presentano le seguenti caratteristiche: PLASTICITÀ E RESA ELEVATA Le malte risultano cremose e leggere, grazie all’inglobamento di una quantità predeterminata di microbolle d’aria create durante la miscelazione. L’aria inglobata inoltre aumenta il volume dell’impasto e quindi il consumo di legante a metro quadro diminuisce.
RESISTENZE MECCANICHE Le resistenze sono comprese tra 5 a 8 N/mm2 in funzione del dosaggio del legante, senza l’utilizzo di Cemento Portland. L’utilizzo di EMICEM MC5 in sostituzione della miscela di due leganti (tradizionale malta bastarda) permette di ottenere malte con una colorazione uniforme. BUONA RITENZIONE DELL’ ACQUA D’IMPASTO Questa proprietà evita il rapido prosciugamento della malta e le conseguenti cavillature del manufatto.
TRASPIRABILITÀ La particolare natura chimica di EMICEM MC5, unitamente alla presenza di un ad­ ditivo aerante che permette l’inglobamento di microbolle d’aria, conferiscono un’elevata traspirabilità alle murature realizzate con il prodotto.
POZZOLANICITÀ La pozzolana naturale, presente tra i costituenti del prodotto, è un materiale di origine vulcanica che reagendo con l’idrossido di calcio (formato durante la reazione d’idrolisi del legante), genera delle resistenze meccaniche che si sviluppano in maniera lenta e graduale; inoltre la reazione pozzolanica dona al manufatto indurito una particolare resistenza alle aggressioni chimico-fisiche dell’ambiente esterno (solfati, cloruri, acqua di mare, acque pure, ecc.) e riduce drasticamente la probabilità della comparsa di macchie biancastre comunemente chiamate efflorescenze.
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito fa uso di cookie anche di terze parti.